CORSO FORMAZIONE PER ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO

La sicurezza sul posto di lavoro è un argomento fondamentale: per questo il datore deve tenere sott’occhio tutti i corsi, in merito alla sicurezza, per sé stesso, per i suoi dipendenti e per il bene dell’azienda, in modo da poter assicurare un’organizzazione efficace in caso di emergenza.

La validità dei vari attestati di sicurezza sul lavoro è variabile e con durata limitata, perciò i corsi necessitano di aggiornamenti continui e se l’imprenditore dimentica la loro scadenza può incorrere in sanzioni penali.

Tra i tanti corsi di aggiornamento per la sicurezza in azienda occorre porre particolare attenzione a quello dei lavoratori designati come addetti al primo soccorso, il cui aggiornamento è da fare almeno ogni tre anni.

 

1️⃣ IN COSA CONSISTE?

E’ un corso di formazione per addetti preposti ad intervenire in caso di necessità di primo soccorso, figura obbligatoria in un luogo di lavoro, prevista dal decreto interministeriale 388 del 2003. Il datore di lavoro deve indicare e provvedere alla formazione dei lavoratori incaricati dell’attuazione delle misure di primo soccorso, previa consultazione dell’ RLS: un’attività di fondamentale importanza e che presuppone un’adeguata preparazione dei dipendenti selezionati a ricoprire questo incarico. Nell’ambito lavorativo l’addetto al primo soccorso deve essere sempre presente.

 

2️⃣ DURATA DEL CORSO

Il corso primo soccorso varia la sua durata a seconda del gruppo di aziende a cui è indirizzato:

GRUPPO A: 16 ore
GRUPPO B e C: 12 ore

AZIENDE DEL GRUPPO A

– aziende o unità produttive con attività industriali, soggette all’ obbligo di dichiarazione o notifica,
– centrale termoelettriche, impianti e laboratori nucleari, aziende estrattive ed altre attività minerarie, lavori in sotterraneo,
– aziende per la fabbricazione di esplosivi, polveri e munizioni
– aziende o unità produttive con oltre cinque lavoratori appartenenti o riconducibili ai gruppi tariffari INAIL con indice infortunistico di inabilità permanente superiore a quattro, quali desumibili dalle statistiche nazionali INAIL relative al triennio precedente ed aggiornate al 31 dicembre di ciascun anno.
– aziende o unità produttive con oltre cinque lavoratori a tempo indeterminato del comparto dell’agricoltura

AZIENDE DEL GRUPPO B e C
– aziende o unità produttive con tre o più lavoratori che non rientrano nel gruppo A.

3️⃣ ARGOMENTI DEL CORSO

 

4️⃣ AGGIORNAMENTO PRIMO SOCCORSO

Successivamente, i lavoratori che hanno ricevuto l’incarico dell’attività di primo soccorso in azienda, devono ricevere un adeguato e specifico aggiornamento periodico della formazione, come indicato dal comma 9 dell’Art. 37 D.Lgs. 81/08.

L’aggiornamento primo soccorso deve essere effettuato ogni 3 anni. Il percorso didattico, in cui viene effettuato un ripasso su come comportarsi efficacemente e con rapidità in ogni situazione di infortunio, si sviluppa in una sessione da 4 ore (per le aziende del gruppo B-C) o da 6 ore (per le aziende del gruppo A).

Il mancato aggiornamento entro il termine di tre anni dell’addetto al primo soccorso non determina l’obbligo di ripetere l’intero corso di prima formazione, ma la sospensione dal compito fino a quando lo stesso addetto non frequenti e completi il corso di aggiornamento previsto dal Dm 388/2003. In pratica il lavoratore addetto al primo soccorso non può svolgere le funzioni attribuite fino a che non si aggiorna per la parte pratica.

 

5️⃣ SANZIONI PER IL DATORE DI LAVORO

Il mancato aggiornamento dalla formazione dell’addetto al primo soccorso comporta per il datore di lavoro la sanzione dell’arresto da due a quattro mesi o dell’ammenda da 1.200,00 a 5.700,00 euro. È prevista una sanzione anche nel caso di mancata consultazione dell’RLS.

 

 

 

 

Per informazioni contattare il numero 0587 398148 

Leave a Reply

Your email address will not be published.